Pubblicazione nominativi Commissione Giudicatrice ed attivazione modulo di incompatibilità

Di seguito si pubblicano i nominativi dei membri della Commissione, effettivi e supplenti:

Membri effettivi:

  • sig. STEFANO ROMITI, rappresentante della stazione appaltante
  • arch. CRISTIANO COSI esperto designato dalla stazione appaltante;
  • arch. SABRINA TOZZINI esperto designato dall'Ordine degli Architetti;
  • ing. EUGENIO MAESANO  esperto designato  dall'Ordine degli Ingegneri;
  • prof. GABRIELE PAOLINELLI esperto designato dall'Università di Firenze Facoltà di Architettura corso di Laurea in Architettura del Paesaggio;

Membri supplenti:

sig. PAOLO SOTTANI, rappresentante della stazione appaltante
arch. SAVERIO PISANIELLO esperto designato dalla stazione appaltante;
arch. GIANVITO ALBA esperto designato dall'Ordine degli Architetti;

ing. FRANCESCO TINTI  esperto designato  dall'Ordine degli Ingegneri;

prof.ssa EMANUELA MORELLI esperto designato dall'Università di Firenze Facoltà di Architettura corso di Laurea in Architettura del Paesaggio; 

Importante: nei casi in cui un concorrente rilevi condizioni di incompatibilità con uno o più membri della Commissione giudicatrice, è tenuto, pena l'esclusione, a compilare il modulo elettronico di Segnalazione di incompatibilità presente nel sito del concorso.

Il modulo sarà attivo a partire dal 26 novembre p.v., l'invio dovrà essere effettuato entro le ore 24:00 del 30 novembre p.v.
Il concorrente, compilando il modulo, dovrà indicare nome e cognome del giurato incompatibile e, affinché sia garantito l’anonimato, non dovrà inserire dati personali, ma esclusivamente il codice di primo e secondo grado utilizzati durante l’iscrizione al concorso.

Le motivazioni delle incompatibilità segnalate saranno rese al RUP soltanto dopo la decriptazione dei documenti e dovranno fare espresso riferimento all’art. 77, comma 6 del codice dei contratti. Resta ferma ogni responsabilità civile e penale in capo al concorrente responsabile della sostituzione di un giurato, non motivata ai sensi del sopra richiamato art. 77, comma 6.

PUBBLICAZIONE COMMISSIONE

Si comunica che la pubblicazione della commissione è stata posticipata al 25 novembre p.v.
 

Risposte ai quesiti

Si comunica che le risposte ai quesiti previste per il 7 ottobre sono state pubblicate in data odierna

Aggiornamento documenti

Si comunica che in data odierna la sezione documenti è stata aggiornata con il caricamento della documentazione fotografica

CHIAVE PUBBLICA DI CRITTAZIONE

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è a disposizione per il download nella sezione Documenti. 

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi si terrà, in modalità telematica, il giorno 15 settembre alle ore 11.30.
Link per accedere: https://meet.goto.com/932268029

Pista ciclopedonale tra Greti e Il Ferrone del Comune di Greve In Chianti

Il territorio del comune di Greve si estende per circa 170 kmq per lo più in media e alta collina, nella valle omonima tra la Val d’Ema, la Val di Pesa e i Monti del Chianti. La lunghezza del percorso tra Greti e Il Ferrone è di circa 10 km e si sviluppa lungo un territorio articolato tra zone pianeggianti e coltivate, zone più boscose e impervie, aree industriali dismesse e centri abitati. 

La sfida che si è posta l'Amministrazione Comunale di Greve è quello di realizzare una pista ciclopedonale che aiuti la riscoperta e la riqualificazione di alcune parti del territorio lungo il fiume che sono rimaste nascoste o dimenticate. Il tracciato identificato nella documentazione tecnica si sviluppa per la gran parte riutilizzando strade e tracciati esistenti o gli argini e le casse di espansione lungo il fiume.

La pista ciclopedonale oggetto del bando di concorso si sviluppa dall’abitato di Greti fino a quello del Ferrone passando dall’ex cementificio di Testi e dal Passo dei Pecorai.I percorsi interessati sono: Il mulino dei Gatti e la Grande farnia -  La gola e il bosco sotto al castello di Verrazzano - Il cementificio di Testi e la cava - Il Passo dei Pecorai - Il Ferrone e le zone artigianali. Lo sviluppo del cicloturismo rappresenta sia elemento di fruizione, e quindi di identificazione in un territorio, sia elemento di sviluppo economico e l'All'amministrazione Comunale, anche sulla base delle esperienze dell’ECF (European Cyclists Federation) promotrice del progetto Eurovelo, ha l'obbiettivo di favorire il cycling day visits che riguarda i ciclo-escursionisti che effettuano gite giornaliere partendo solitamente dal luogo di residenza, insieme ai turisti con bicicletta o turisti in vacanza con la bicicletta.

La sfida contemporanea dei territori risiede nel connubio fra tutela della natura, fruizione consapevole e valorizzazione delle economie locali. In questo quadro l’uso della bicicletta e il cicloturismo possono sicuramente rappresentare sia elemento di fruizione e quindi di identificazione in un territorio sia elemento di sviluppo economico.