Progetti ammessi al secondo grado

Di seguito l'elenco dei progetti ammessi al secondo grado:
YFG7O6EK
T62L8aC0
B14JY82Z
18A0756T
L27VZA29

La giuria elenca alcune RACCOMANDAZIONI GENERALI per tutti i selezionati:

  • si suggerisce la possibilità di approfondire lo studio della pavimentazione come elemento integrante dell’identità dell’area Mercatale;
  • si invita a definire maggiormente disegno e materiali sia dei box fissi che dei banchi mobili, verificando l’effettiva capienza dei numeri richiesti dal bando;
  • si sottolinea la necessità di non sforare il budget complessivo dei lavori onde garantire una reale fattibilità globale dell’intervento ed evitare di dover rinunciare a parti del progetto in fase esecutiva.

Ai progetti selezionati la Commissione ha ritenuto inoltre di voler formulare alcune RACCOMANDAZIONI PUNTUALI al fine di pervenire al miglior progetto possibile.

Progetto YFG7O6EK
La giuria apprezza la volontà di caratterizzare l'area oggetto del concorso attraverso una soluzione architettonica dal carattere ben definito che, aldilà della funzione mercatale, ridefinisce le due piazze creando nuove spazialità urbane. La soluzione proposta si inserisce nel contesto urbano esistente dialogando con esso ma anche donandogli nuova identità. Si raccomanda per la seconda fase di verificare e dimostrare il raggiungimento di un numero congruo al bando di banchi vendita sull'area Buontalenti nel rispetto delle dimensioni minime in esso indicate e di studiare soluzioni credibili per la struttura della copertura prevista nella stessa area oltre che per la pensilina ipotizzata in Piazza Cavallotti. Potrebbe essere utile anche una ridefinizione dei rapporti dimensionali tra le varie parti. Si raccomanda inoltre, nelle scelte di approfondimento sia tecnologiche che di materiali utilizzati per i manufatti e per le pavimentazioni, di rendere compatibile la soluzione proposta con i costi di costruzione previsti.

Progetto T62L8aC0
La soluzione proposta formata da elementi architettonici semplici è convincente e capace di assolvere le aspettative del concorso. Si chiede tuttavia di riflettere maggiormente sulla reiterazione in tutta l'area mercatale del dispositivo architettonico proposto e dell’arredo urbano per definire una soluzione che si sviluppi in maniera proporzionabile rispetto alla geometria delle strade ed all'uso intensivo dello spazio pubblico nel loro effettivo utilizzo quotidiano. Le due tipologie di banchi mobili e box fissi proposte dovranno approfondire, per una miglior comprensione da parte della giuria, dal punto di vista strutturale e di dettaglio, le modalità di montaggio e funzionamento in modo da far comprendere meglio le operazioni di utilizzo da parte degli operatori nelle diverse tipologie di mercato. Si chiede di chiarire la scelta di alcuni materiali anche in chiave di garantire adeguata manutenzione delle soluzioni proposte nonché come sarà gestita la adattabilità nel tempo dei dispositivi architettonici in rapporto all’elemento urbano della pavimentazione. Si chiede infine di prestare attenzione a tutti i posizionamenti delle proposte rispetto alle distanze con l’intorno progettato e gli edifici esistenti per permettere il passaggio di ogni tipo di automezzo e del suo ingombro.

Progetto B14JY82Z
Il progetto risolve in maniera efficace e coerente una delle soluzioni alternative possibili, in particolare nell'area del mercato di via Buontalenti, propone un impianto formato da misurati manufatti e coincidenti con aggregati di più attività. Viceversa per piazza Cavallotti la proposta di una tettoia luminosa lascia nel contempo lo spazio libero e maggiormente funzionale ai tempi e ai modi di utilizzo previsti in piazza Cavallotti. Si osservano alcune necessità che, nella fase successiva, dovrebbero essere meglio e più approfonditamente dettagliate e descritte. In particolare per entrambi i contesti dovrebbero essere rese credibili sia le strutture fisse che la copertura della piazza nonché i materiali utilizzati e le modalità di realizzazione dei banchi smontabili e quotidianamente riponibili. Per piazza Cavallotti si nota che la concorrenza tra apparecchi illuminotecnici tradizionali e la tettoia luminosa non risultano intellegibile nell’immagine notturna generale che non contribuisce alla lettura efficace e pulita dello spazio architettonico. Probabilmente dovrà essere maggiormente verificata anche la soluzione richiesta per l'accesso su via del Giglio favorendo un disegno maggiormente semplificato. Anche la soluzione proposta per la collocazione degli autonegozi non risulta concorde con quanto richiesto nel bando.

Progetto 18A0756T
Progetto elegante, impianto urbano ben composto, ordinato e sensibile all'ambiente. Con una matrice comune, pergola, patio, alberatura, riesce a creare una nuova identità molto riconoscibile, un'immagine che può diventare un'icona urbana e un simbolo unificante nella memoria collettiva. La nuova identità urbana proposta ordina i diversi flussi caratteristici di un mercato. L'introduzione degli spazi verdi all'interno dei cortili, crea una sequenza di paessaggi che caratterizzano l'intervento. Nel secondo grado occorrerà verificare se la matericità (i render presentano una struttura apparentemente troppo snella e poco credibile) riesca a mantenere la leggerezza proposta. Si raccomanda pertanto di approfondire la struttura, verificandone le dimensioni, e di rivedere i pannelli fotovoltaici della copertura di via Buontalenti. Occorre inoltre sviluppare e chiarire la struttura degli arredi e il loro funzionamento come banchi per l'area di Piazza Cavallotti. Si raccomanda ancora di riconsiderare l’elemento architettonico che, segnando l'ingresso all'area mercatale sulla via del Giglio appare limitare la permeabilitá da Via Grande a piazza Cavallotti. Si raccomanda la verifica della configurazione dei box di via Buontalenti, che risultano molto addossati. La posizione proposta per il posizionamento degli autonegozi appare suscettibile, nelle ore di funzionamento del mercato, di innescare criticità per il passaggio dei mezzi di soccorso.

Progetto L27VZA29
Il progetto appare ben equilibrato sia a livello delle relazioni urbane con il contesto preesistente che nelle soluzioni adottate a livello architettonico. La proposta è caratterizzata da un’ipotesi di pavimentazione comune a tutte le aree di intervento che conferisce unitarietà all’insieme.
Interessante la definizione del perimetro su Piazza Buontalenti e la previsione di un doppio piano di utilizzo dell’area. Nel secondo grado andrebbe verificata la presenza delle numerose alberature che potrebbero non solo rendere complessa la gestione e la manutenzione dell’intervento, ma anche far lievitare i costi di realizzazione.
Nonostante la ricca presenza di alberi (sia in termini qualitativi che quantitativi) rappresenti un elemento distintivo della proposta, non si deve, comunque, perdere di vista il fatto che l’intervento oggetto del concorso ha lo scopo di rinforzare la dimensione prettamente urbana di questa parte di città. Diventa pertanto necessario trovare livelli di compatibilità tra presenza di specie vegetali ed il corretto uso degli ambienti urbani (movimentazione di mezzi per la manutenzione, attività di carico e scarico, etc).
Molto interessanti i banchi previsti su Piazza Cavallotti di cui comunque va dettagliata la completa rimovibilità.
L’accesso all’area da Via del Giglio appare caratterizzata dalla pavimentazione e dalle alberature. È necessario comunque evitare effetti di inquinamento luminoso delle soluzioni di illuminazione inserite nella pavimentazione.

pubblicazione dei progetti ammessi al secondo grado

Dato che i lavori della commissione giudicatrice si sono protratti fino al tardo pomeriggio del 17/05/2022 i codici dei progetti ammessi verranno pubblicati il 18/05/2022

CONTRIBUTO ANAC NON DOVUTO

Su informano i partecipanti che il contributo ANAC NON è dovuto. Pertanto i concorrenti, contrariamente a quanto presente sul Disciplinare e sull'istanza di partecipazione, non dovranno presentare il documento attestante il versamento.

Verbale quesiti e risposte al primo grado

Si pubblica in allegato, il verbale relativo ai quesiti e alle risposte per il primo grado

Verbale quesiti e risposte per il primo grado

Aggiornamento sezione documenti

Si informano i partecipanti che nella sezione "Documenti" del sito è stato pubblicato l'aggiornamento dell'elaborato B02 ai sensi del punto 4.1 del disciplinare del concorso.

Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica è a disposizione nella sezione documenti

Seduta pubblica di generazione delle chiavi

Si comunica che la seduta pubblica di generazione delle chiavi informatiche si terrà, in modalità telematica, lunedì 28 marzo alle ore 9.30
Link per accedere

Restauro urbano dell’Area mercatale posta in via Buontalenti, Piazza Cavallotti

L’Amministrazione Comunale ha promosso due Concorsi di progettazione in due gradi aventi come focus due importanti aree centrali della città di Livorno ubicate nel medesimo quadrante del pentagono buontalentiano, collegate tra loro funzionalmente e facenti parte del medesimo tessuto urbanistico. Il presente è il secondo concorso, di poco sfalsato dal primo, ed è relativo all’area cd. “Mercatale” di via Buontalenti e Piazza Cavallotti.

L’obiettivo del concorso è la riqualificazione dell’area mercatale di via Buontalenti e piazza Cavallotti, attraverso la rigenerazione di uno spazio urbano centrale per la città, che dia un impulso al rinnovamento del centro storico di Livorno. Dovrà risultarne un incremento sia della vocazione commerciale che sociale, accentuandone la qualità urbana, saldandolo al recupero e all’implementazione delle funzioni mercatali e delle funzioni aggregative, con una proposta che tenga conto di una visione del contesto urbano sia specifico che di frangia.

L’Amministrazione richiede un progetto capace di ampliare il sistema mercatale dell’intera area in chiave commerciale, logistica e sociale. Tale processo dovrà accentuarne i valori architettonici e urbani caratterizzando un vero e proprio Centro Commerciale Naturale che faciliterà l’aggregazione. Spazi e percorsi di vendita e consumo dovranno fondersi con la frequentazione dei luoghi anche al di fuori dell'orario di apertura del mercato, valorizzandone le vocazioni commerciali, relazionali e residenziali sia diurne che serali.

La progettazione dovrà riguardare una complessiva valorizzazione urbana, attraverso una riqualificazione dell’area riconoscibile attraverso segni architettonici caratterizzanti con soluzioni progettuali che interpretino in chiave contemporanea uno schema mercatale in dialogo diretto con il Mercato delle Vettovaglie e con la città.

La posizione dell’area mercatale oggetto di concorso è urbanisticamente strategica da diversi punti di vista:

  • è ubicata sul perimetro del pentagono buontalentiano confinante con la città nuova sul lato sud-est;
  • è prossima all’antico quartiere caratteristico della Venezia lato nord, ricco di trattorie e di locali serali, con musei ed aree spettacoli e teatro estivo di diverse manifestazioni socio-culturali tra le quali la più rinomata “Effetto Venezia”;
  • è lambita dall’asse di via Grande, naturale ingresso alla città dal porto turistico.

Le proposte di progetto dovranno sviluppare tipologie architettoniche e insediative innovative che qualifichino in maniera non invadente una porzione del centro cittadino potenziandone le vocazioni, i valori e gli utilizzi esistenti in chiave sostenibile utilizzando un lessico contemporaneo. Le proposte dovranno riorganizzare il complesso mercatale garantendo anche adeguati standard di sicurezza e accessibilità e coerenti con l'approccio e lo spirito del “design for all” ovvero della fruizione accessibile a tutti.