Seduta pubblica di decrittazione

Si comunica che i lavori della Commissione Giudicatrice sono terminati, come da calendario la seduta pubblica di decrittazione della documentazione amministrativa e proclamazione della Graduatoria provvisoria si terrà in modalità telematica, venerdì 18 giugno, alle ore 10.00.
Il link per partecipare alla seduta è il seguente: https://meet.google.com/miz-fwmi-ixj?hs=122&authuser=0

Pubblicazione quesiti e relative risposte per il secondo grado

Si comunica che - nella sezione Quesiti - è stato pubblicato il file PDF contenente i quesiti e relative rispote per il secondo grado

Progetti ammessi al secondo grado

La Commissione Giudicatrice ha terminato i lavori con la scelta dei 5 progetti selezionati per il Secondo Grado. I progetti accedono ex aequo alla seconda fase concorsuale, senza la formazione di una graduatoria, ai sensi dell’Art. 4.7 del bando, e vengono pubblicati in ordine di trasmissione con conseguente numerazione progressiva:

  • 0006 - Codice univoco L508501B
  • 0008 - Codice univoco F2M5S1F0
  • 0009 - Codice univoco AE91FL31
  • 0012 - Codice univoco OCNWCS0O
  • 0013 - Codice univoco POS492VA

Ai 5 progetti ammessi al Secondo Grado del concorso, la Commissione giudicatrice, alla luce degli elementi emersi dall’analisi degli elaborati, ha ritenuto di fornire alcune indicazioni di carattere generale e particolare.

ASPETTI DI CARATTERE GENERALE:

Si rileva la necessità che nel secondo grado del concorso, oltre a quanto già richiesto dall’art. 5.1 del bando, i concorrenti prestino la dovuta attenzione alle seguenti indicazioni:

  • verificare e rappresentare adeguatamente le quote altimetriche in planimetria, piante, sezioni e prospetti;
  • verificare e rappresentare adeguatamente le quote altimetriche della viabilità eventualmente modificata e dei parcheggi;
  • rappresentare adeguatamente l’eventuale modifica delle strutture di copertura;

Si raccomanda inoltre:

  • di dedicare particolare attenzione alla valorizzazione del rapporto architettonico e distributivo tra i due edifici, con il Murazzo a monte e l’area immediatamente soprastante;
  • una più dettagliata definizione delle scelte tecnologiche e l’indicazione del posizionamento degli eventuali impianti dichiarati in relazione;
  • di redigere un quadro economico adeguatamente dettagliato e puntuale.

ASPETTI DI CARATTERE SPECIFICO

0006 - codice univoco L508501B
La proposta progettuale si distingue per la nuova veste data alla scuola benché venga salvaguardata la struttura, con ordine e pulizia, creando spazio di connessione tra interno ed esterno e la relazione diretta con il Murazzo posteriore, con la parete messa a nudo. Si apprezza la soluzione sui giardini con destinazioni funzionali diverse, consigliando tuttavia una maggiore economia espressiva. Si ritiene che un sistema meccanico di risalita dei Murazzi presenti criticità non facilmente gestibili e non sostenibili rispetto agli obiettivi del concorso. Nell’approfondimento del progetto si raccomanda una maggiore attenzione a:

  • l’accessibilità e la localizzazione del parcheggio;
  • il comfort acustico tra i vari ambienti;
  • la collocazione e il dimensionamento del dormitorio;
  • una migliore connessione tra i due edifici;
  • precisare in dettaglio la soluzione tecnica del rapporto tra l’edificio, il Murazzo a monte e la copertura.

0008 - codice univoco F2M5S1F0
La proposta progettuale si distingue per la scelta del parcheggio e la soluzione proposta per l’area a monte del plesso scolastico. Il nuovo accesso alla struttura, attraverso l’elemento centrale di connessione, risulta particolarmente interessante ma necessita di adeguato approfondimento per quanto riguarda il controllo della congruità delle quote altimetriche e la fruibilità dell’ascensore da entrambi i lati. Si apprezza inoltre la separazione adeguata delle funzioni e la localizzazione del dormitorio. Nell’approfondimento del progetto si raccomanda una maggiore attenzione al dimensionamento delle aule-sezioni con l’eventuale loro ampliamento, nonché la definizione degli spazi esterni della corte di accesso.

0009 - codice univoco AE91FL31
La proposta progettuale si distingue per lo spazio destinato alle aule-sezioni e per l’originalità espressa attraverso un volume dal linguaggio contemporaneo che si confronta unitariamente con la monumentalità dei Murazzi. È apprezzabile l’articolazione degli spazi aperti ed il loro rapporto con i diversi ambienti della scuola. Necessita di adeguata revisione il sistema dei parcheggi, il loro posizionamento e connessione con la scuola. Nell’approfondimento del progetto si raccomanda una maggiore attenzione a:

  • un’eventuale dilatazione dello spazio distributivo;
  • ottimizzare l’utilizzo delle rampe;
  • garantire una maggiore flessibilità degli spazi.

0012 - codice univoco OCNWCS0O
La proposta progettuale si distingue per l’originale soluzione della corte coperta affacciata a valle e la fluida articolazione degli spazi interni. Si ritiene che la scelta proposta per l’attraversamento di Via Manzoni presenti criticità non facilmente gestibili e non sostenibili rispetto agli obiettivi del concorso. Nell’approfondimento del progetto si raccomanda una maggiore attenzione a:

  • la definizione del ruolo dello spazio ricavato con la copertura della corte;
  • l’organizzazione dei servizi igienici destinati alle aule-sezioni;
  • la configurazione dei parcheggi verificando l’effettiva realizzabilità del nuovo tracciato stradale proposto;
  • l’integrazione tra il complesso scolastico e la sistemazione paesaggistica proposta per l’area a monte;
  • la connessione tra i due volumi, con particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche;
  • la collocazione del dormitorio.

0013 - codice univoco POS492VA
La proposta progettuale si distingue per l’organizzazione delle aule-sezioni, il pregevole studio delle aree esterne dei Murazzi, la collocazione del parcheggio. Nell’approfondimento del progetto si raccomanda una maggiore attenzione a:

  • il rapporto tra l’edificio ed il Murazzo posto a monte;
  • valorizzare maggiormente lo spazio interno di relazione tra le aule-sezioni;
  • dedicare una maggiore separazione dello spazio mensa.

Alla presente comunicazione si allega il verbale della commissione giudicatrice.

Verbale 1 grado

Risposte ai quesiti di primo grado e aggiornamento sezione documenti

Si comunica che, nella sezione Quesiti, è stato pubblicato il documento contenente tutte le domande con relative risposte pervenute per il primo grado.

La sezione Documenti è stata aggiornata, in data odierna, con il caricamento dei seguenti file

  • Verifica di coerenza funzionale per il I grado
  • Verifica di corenza funzionale per il II grado

Membri della commissione giudicatrice

Ai sensi dell’art. 4.5 del bando di concorso e del D.lgs. n. 50/2016 ss.mm.ii, anche al fine di rendere noti i nominativi ai concorrenti, per accertare l’insussistenza di eventuali cause di incompatibilità con uno o più membri, si comunica che con Determinazione del Responsabile dell’Area Tecnica Lavori Pubblici Manutenzioni n. 74 in data 11.02.2021, è stata nominata la Commissione Giudicatrice relativa al presente concorso di progettazione, così composta:

MEMBRI TITOLARI:

  • Rappresentante della Stazione Appaltante: Arch. Martina Losso;
  • Rappresentante designato dall'Ordine degli Architetti P.P.C. di Belluno con la Fondazione Architettura Belluno Dolomiti: Arch. Angelo Da Frè;
  • Rappresentante designato dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Belluno: Ing. Annalisa Romanelli;
  • Esperto dell’oggetto di Concorso individuato dai soggetti altrimenti coinvolti nel Concorso (Comune e Ordine/Fondazione): Arch. Matteo Scagnol;
  • Esperto dell’oggetto di Concorso individuato dai soggetti altrimenti coinvolti nel Concorso (Comune e Ordine/Fondazione) con funzioni di Presidente: Arch. Roberto Raimondi;

MEMBRI SUPPLENTI:

  • Rappresentante della Stazione Appaltante: P.I. Mauro Sacchet;
  • Rappresentante designato dall'Ordine degli Architetti P.P.C. di Belluno con la Fondazione Architettura Belluno Dolomiti: Arch. Fabiola De Battista;
  • Rappresentante designato dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Belluno: Ing. Michele Zancanaro;
  • Esperto dell’oggetto di Concorso individuato dai soggetti altrimenti coinvolti nel Concorso (Comune e Ordine/Fondazione): Arch. Sandy Farag Attia;
  • Esperto dell’oggetto di Concorso individuato dai soggetti altrimenti coinvolti nel Concorso (Comune e Ordine/Fondazione) con funzioni di Presidente: Arch. Francesco Spanò;

L’atto di nomina e i curricula dei membri della commissione giudicatrice sono consultabili, ai sensi dell’art. 29, c. 1 del D.lgs. n. 50/2016, nell’Amministrazione Trasparente del Comune di Longarone, nella sezione dedicata “Composizione della commissione giudicatrice e curricula” al seguente link: http://comunelongarone.scpweb.it/Amministrazionetrasparente.aspx?Tipo=8112

Chiave pubblica di crittazione

Si comunica che la chiave pubblica di crittazione è disponibile per il download nella sezione Documenti

Seduta di generazione delle chiavi informatiche

Si comunica che la seduta di generazione delle chiavi informatiche si terrà, in modalità telematica, il giorno 11 Febbraio 2021 alle ore 11.00.

I partecipanti potranno seguire la seduta collegandosi a questo link: meet.google.com/epw-mtkx-ptk

Valorizzazione dell’ambito storico dei Murazzi e riqualificazione della Scuola dell’Infanzia “Angelina Lauro” di Longarone

La scuola dell'infanzia “A. Lauro”, oggetto dell‟intervento, è collocata all‟interno di un sistema di muraglioni e terrazzamenti a monte dell'abitato di Longarone.

L'obiettivo generale dell‟amministrazione è quello di ricontestualizzare il sistema della Scuola Materna “A. Lauro” e dei Murazzi all’interno del più ampio sistema di Longarone, migliorando la fruibilità dell‟area da parte della popolazione. La riqualificazione dell’asilo dovrà essere motrice/pretesto di sviluppo e rilancio dell’intera area trasformando i Murazzi in una cerniera con il centro paese, assegnando loro il giusto ruolo all‟interno del tessuto urbano. Questo intervento rientra in una progettualità più ampia che interessa l‟intero territorio comunale, progetti che l‟attuale Amministrazione vuole avviare gettando solide basi per ulteriori sviluppi futuri a lungo termine.